Vai al contenuto

Ecco qual è il problema: mettersi a dieta!

Ecco qual è il problema: mettersi a dieta!

Se per strada dovessi fermare 10 persone chiedendogli cosa devi fare per perdere peso, 8 su 10 ti diranno

Mettiti a dieta!

Con una nazione che sta diventando sempre più obesa (il 45% della popolazione italiana è in eccesso ponderale), la soluzioni percepita è che per dimagrire è necessario mettersi a dieta. Non conta cioè lo stile di vita in generale ma c’è la convinzione che sia sufficiente seguire un determinato tipo di alimentazione per un certo tempo, “mettersi a dieta” appunto.

Le statistiche dicono inoltre che un terzo delle persone si definisce “in dieta”.

Dove sono allora i risultati?

Gli scienziati hanno identificato che chi si “mette a dieta” segue un pattern di pensiero ciclico ben definito. Questo è il responsabile del fallimento della maggior parte dei tentativi di dimagrimento. Ecco come.

  1. Si comincia con una dieta che riduce il numero di calorie o il numero di cibi che possiamo consumare. Nel lungo termine non possono essere sostenibili (pensiamo per esempio all’eliminazione dei carboidrati).
  2. Con un numero troppo basso di calorie per sostenere l’organismo o una mancanza di nutrienti fondamentali che ci mantengano in buona salute, la maggior parte delle persone “a dieta” si trovano a dover far fronte a delle voglie o un senso di fame che non riescono a controllare.
  3. Non appena si cede alle voglie, chi è a dieta non riesce a trattenersi e si abbuffa fino a sentirsi in colpa e prova un senso di vergogna.
  4. E alla fine ricomincia ad acquisire peso.

E questo ciclo ricomincia da capo.
Ti suona per caso familiare?

Se si, non sei da sola.

Le persone in sovrappeso hanno provato in media 13 diversi tipi di diete. E sono tuttora in sovrappeso.

Come mai ciò non funziona?

La natura restrittiva e negativa di alcune diete facilita la predisposizione al fallimento. Quando vietiamo o eliminiamo completamente alcuni tipi di cibi, il nostro desiderio per questi cibi paradossalmente aumenta.

Come possiamo risolvere?

Anziché eliminare alcuni tipi di cibi, le nostre abitudini alimentari dovrebbero concentrarsi su introdurre nella nostra alimentazione i cibi che possano nutrire il nostro organismo, mantenerci in salute e ci diano soddisfazione.

Noi di Naturalmente Erboristeria incoraggiamo ad una perdita di peso sostenibile basata sul miglioramento delle abitudini alimentari, sull’utilizzo di una psicologia positiva e sull’aiuto delle piante officinali.

Perdere peso non è semplice, ma non per questo deve essere una sofferenza. Anzi, è un percorso di miglioramento della propria consapevolezza e della salute del nostro organismo. Che abbiamo il piacere di percorrere al tuo fianco.

Per scoprire di più sui nostri percorsi di benessere clicca qui.

Per cominciare già oggi a migliorare le tue scelte alimentari, iscriviti gratuitamente ad un mese di consigli alimentari via mail, clicca qui.

Potrebbero interessarti...

Consulenza Gratuita

CON UN ERBORISTA PROFESSIONISTA

Percorso A.M.A

Il percorso preferito dai nostri clienti