Piante Officinali – Bardana

Piante Officinali – Bardana

Conosciamo le proprietà della Bardana e i suoi usi

Abbiamo spostato qui l’appuntamento – iniziato con l’Avvento – che ci fa conoscere le Piante Officinali e il sostegno che ci danno per stare bene e in salute. Come promesso, ogni giovedì pubblicheremo un approfondimento su una nuova pianta.

Oggi conosciamo la:

BARDANA
Arctium Lappa

Il nome deriva dal greco “arcteion” o “arctos”, orso, forse riferito all’aspetto ispido e irsuto di queste piante. Il nome della specie “lappa” deriva dal greco “labein” e significa “attaccarsi” in riferimento ai frutti che si attaccavano ai vestiti o al pelo degli animali. Nel Medioevo, Santa Ildegarda la impiegava per la cura delle neoplasie maligne. In fitoterapia si utilizza per la sua attività di “drenaggio” epatico e cutaneo.

Proprietà: ha proprietà depurative, ipoglicemizzanti, antimicotiche, antireumatiche, antisettiche, antibatteriche, diuretiche, cicatrizzanti, coleretiche.

È ricca di sali minerali quali Magnesio e Potassio.

As uso interno, depura, stimola la secrezione biliare, elimina l’acido urico e ha proprietà antibatteriche. Il decotto di foglie e radici viene usato per combattere la gotta ed è di grande aiuto per tenere la glicemia sotto controllo.
Le più importanti applicazioni per uso esterno sono quelle contro le affezioni della pelle, come acne e foruncolosi.

L’erborista Gianfranco, dice: nelle mie tisane dimagranti, depurative, di aiuto per abbassare colesterolo e glicemia: la radice di Bardana non manca mai; ottima davvero!In Veneto – nei  ricordi di bambino – la Bardana veniva chiamata dagli anziani Petasac proprio perché quando si tornava a casa dai prati dove si correva, avevamo i calzettoni pieni di fiori pungenti attaccati.

A giovedì prossimo!

 

 

 

Potrebbero interessarti...

Consulenza Gratuita

CON UN ERBORISTA PROFESSIONISTA

Percorso A.M.A

Il percorso preferito dai nostri clienti