Vai al contenuto

I derivati del latte sono sani o è meglio ridurli o addirittura evitarli nella dieta? Ecco cosa dice la scienza.

I derivati del latte sono sani o è meglio ridurli o addirittura evitarli nella dieta? Ecco cosa dice la scienza.

I latticini sono uno dei gruppi alimentari più controversi. Sono sani – oppure un rischio per la salute? Dipende davvero da ciò di cui hai bisogno.

“Il latte non è necessario nella dieta per una salute ottimale, ma per molte persone è il modo più semplice per assumere il calcio, la vitamina D e le proteine di cui hanno bisogno per mantenere cuore, muscoli e ossa sani e funzionanti” dice la scuola di nutrizione di Harvard.

Il ruolo del calcio e delle proteine

I latticini, come latte, yogurt, formaggio e ricotta, sono buone fonti di calcio, che aiutano a mantenere la densità ossea e a ridurre il rischio di fratture. Ci sono altre fonti vegetali di calcio, le conosci? Calcio e alternative al latte
Gli uomini di età compresa tra 51 e 70 anni hanno bisogno di 1.000 milligrammi (mg) di calcio al giorno, e quelli di età superiore a 70 hanno bisogno di 1.200 mg.

Anche per quanto riguarda le proteine, i latticini sono una fonte di facile assimilazione.
Anche gli uomini più anziani hanno bisogno di proteine per proteggersi dalla sarcopenia – la perdita naturale di massa e forza muscolare – e i derivati dal latte possono rappresentare una buona fonte. La quantità raccomandata per gli anziani è di almeno 0,8 grammi per chilogrammo di peso corporeo. Un uomo di circa 81 kg avrebbe bisogno di un minimo di 65 grammi di proteine al giorno, e una tazza di latte ne contiene circa 8 grammi.

Ci sono altre fonti di proteine, le conosci? Quali sono le proteine migliori?

Intollerante al lattosio? Prova i cibi fermentati

Circa il 54% degli italiani ha perso parte o tutta la loro capacità di produrre lattasi, un enzima che consente all’intestino di abbattere il lattosio (zucchero del latte) presente nei prodotti lattiero-caseari. Ovvero il 54% degli italiani hanno intolleranza al lattosio: spesso hanno problemi di stomaco, gonfiore, gas e diarrea dopo aver mangiato una quantità notevole di prodotti caseari. “Alcune persone possono essere più sensibili ai prodotti lattiero-caseari e non hanno problemi a consumare determinati prodotti in minori quantità, come lo yogurt e altri alimenti fermentati, dal momento che il processo di fermentazione riduce la quantità di lattosio”.

Una scelta personale

“Tieni presente che una dieta ben bilanciata che include molta verdure a foglia verde e noci può aiutarti meglio ad ottenere il calcio e le proteine di cui hai bisogno, piuttosto che affidarti troppo ai prodotti lattiero-caseari”.

Una buona fonte di proteine del latte e di calcio è lo yogurt greco.

Ha più proteine del yogurt normale e contiene anche probiotici che aiutano la salute dell’intestino. Ed è piuttosto versatile, in quanto puoi mangiarlo da solo o con frutta a pezzi. Scegli la versione naturale, dato che gli yogurt aromatizzati sono spesso ricchi di zuccheri aggiunti.

Un altra fonte interessante è il grana.

Per ottenere un kg di grana occorrono circa 14 litri di latte.
Una porzione da 25 g di grana porta un alto contenuto di proteine (8 grammi) che contribuiscono alla crescita e al mantenimento della massa muscolare. La stessa porzione apporta anche un alto contenuto di calcio (300mg, un terzo della porzione giornaliera raccomandata)che contribuisce al normale funzionamento osseo.

Potrebbero interessarti...

Consulenza Gratuita

CON UN ERBORISTA PROFESSIONISTA

Percorso A.M.A

Il percorso preferito dai nostri clienti