I cibi ricchi in fibre vegetali possono causare gonfiore. Ma sono cibi essenziali per la nostra salute e la nostra dieta. Cosa possiamo fare?

I cibi ricchi in fibre vegetali possono causare gonfiore. Ma sono cibi essenziali per la nostra salute e la nostra dieta. Cosa possiamo fare?

C’è un’altra classe di alimenti (in un altro articolo abbiamo già parlato di quali alimenti causano gonfiore), quelli ricchi in fibre vegetali, che possono causare gonfiore. Ma sono cibi essenziali per la nostra salute e la nostra dieta. Cosa possiamo fare?

Negli ultimi trent’anni il nostro intestino si è abituato ai cibi raffinati. Purtroppo.

E con raffinati non intendo una cucina di gourmet o stellata, intendo prodotti a partire da materie prime raffinate, come le farine bianche, i grassi trattati, le proteine e gli zuccheri raffinati.

Ci gonfiamo perché non siamo più in grado di digerire le fibre, di cui sono naturalmente ricchi i vegetali come

  • Lenticchie, piselli, fagioli, soia e ceci
  • Cavoli, cavolfiori, broccoli, cavoletti di Bruxelles, verze, rape, ravanelli
  • Carciofi, cipolle, la lattuga a foglia larga
  • Mele e prugne
  • Cereali integrali

Praticamente, per non avere gonfiore non dovrei consumare i cibi qui sopra?

Assolutamente no. Questo è un elenco dei cibi ricchi di fibre alimentari che purtroppo non siamo più in grado di digerire.

E questo è un problema.

Molto spesso la pancia gonfia è associata a sovrappeso. Infatti, il consumo di cibi raffinati a scapito di una dieta ricca di fibre è una delle cause principali di obesità.

Ecco allora che dobbiamo abituare il nostro sistema digestivo a questi cibi fantastici.

Come fare?

Una soluzione è reintrodurre lentamente questi cibi nella nostra dieta. Si parte con una volta alla settimana per poi aumentare, nel giro di un mese, fino ad un consumo giornaliero. Si consiglia il consumo giornaliero di circa 25/30 grammi di fibre alimentari.

Una porzione dei cibi elencati qui sotto, da sola contribuisce alla metà del fabbisogno giornaliero di fibre.

  • 35 grammi di crusca integrale. Hai mai provato la crusca d’avena a colazione? Oltre ad assicurare il fabbisogno di fibre ti permette di prolungare il senso di sazietà ed abbassa il colesterolo. Un cereale fantastico.
  • 60 grammi di legumi freschi/secchi, come fagioli, lenticchie, piselli. Puoi preparare ottime zuppe in questa stagione!
  • 120 grammi di pane o pasta integrali. Parliamo di 100% integrale. Controlla gli ingredienti della tua confezione o chiedi al tuo panettiere se usa anche farine raffinate o semi integrali.
  • 250 grammi di frutta fresca o cotta di stagione. Sono praticamente due porzioni, una a metà mattina e una a metà pomeriggio.
  • 250 grammi di verdura cruda o cotta di stagione. Anche qui sono due porzioni, una a pranzo ed una a cena.

Esistono altre soluzioni naturali che possono aiutarmi?

Clicca qui e continua a leggere