Tisana Rilassante

Le prorietà sedative della camomilla e rilassanti della lavanda sono ben note. Con azione calmante è anche di aiuto alla diuresi. Utile prima del riposo, è consigliata anche nei momenti di stress. Migliora la qualità del sonno.

Scopri le proprietà delle piante officinali che la compongono nella descrizione estesa. Vuoi personalizzare questa tisana secondo le tue esigenze? Naturalmente Erboristeria è lieta di aiutarti: utilizza il form per una consulenza gratuita attraverso la sezione Contatti. Ti risponderemo entro 24 ore.

Per ordinare la Tisana Snellente, affidati al semplice percorso d'acquisto. Sei solo a pochi click dalla tua Tisana Rilassante!

Come si prepara l'infuso: portare a bollore la quantità d'acqua necessaria e versarla delicatamente sulle erbe; è sufficiente 1 cucchiaio da tavola raso di preparato per tazza. Lasciare in infusione per qualche minuto, secondo l'intensità desiderata, filtrare e bere.

Modo d'Uso: consigliamo di assumere la tisana nei momenti di stress per portare immediato sollievo. Sempre consigliata 1 tazza 1 ora dopo cena per favorire il riposo notturno.

Piante Officinali

  • CAMOMILLA, fiori
  • RABARBARO, radice
  • PASSIFLORA
  • VALERIANA, radice
  • LAVANDA, fiori
  • MALVA, fiori e foglie
  • FRUTTI di BOSCO

Le spese di spedizione sono gratuite in tutta Italia.

La confezione da 250gr è sufficiente per 30 tazze di tisana.

Ordina subito con PayPal e ricevi entro 48 ore!

Confezione

PER PERSONALIZZARE IL TRATTAMENTO, PER UN PREVENTIVO GRATUITO O PER RICHIEDERE MAGGIORI INFORMAZIONI COMPILA IL FORM DI CONSULENZA GRATUITA

CLICCA QUI PER APRIRLO IN UN'ALTRA PAGINA

Tisana Rilassante - Naturalmente Erboristeria - Di aiuto al riposo, migliora la qualità del sonno e combatte ansia e stress.

Descrizione Estesa e indicazioni erboristiche delle Piante Officinali - Tisana Rilassante

CAMOMILLA, fiori

La camomilla viene utilizzata sia per uso interno come spasmolitico nei disturbi gastrointestinali, sia per uso esterno per il trattamento di infiammazioni della cute e de cavo orale, oltre che come emolliente e protettivo nella cosmesi. L'uso tradizionale della camomilla quale tranquillante possiede solide basi scientifiche. L'apigenina, un composto presente nell'olio essenziale di camomilla, si lega con gli recettori cui si legano anche potenti farmaci tranquillanti e ansiolitici. Da sempre utilizzata come sedativo nei disturbi del sonno, aiuta a diminuire gli stati di ansia e stress, con potente azione rilassante. Viene quindi indicata nelle tisane con azione rilassante.

RABARBARO, radice

Il rabarbaro viene usato in erboristeria per essere impiego per stipsi, affezioni in cui sia indicata una facile evacuazione, insufficienza digestiva, affaticamento epatico e malattie croniche del fegato, diarrea, flogosi orofaringee.

PASSIFLORA

La passiflora viene utilizzata negli stati di agitazione nervosa e di ansia, nelle condizioni di ipereccitabilità nervosa, anche nei bambini, nel calo energetico da preoccupazioni eccessive e stress cronico, nell'insonnia, nelle palpitazioni ed eretismo cardiaco, nelle manifestazioni psicosomatiche dolorose addominali (le cosiddette coliti spastiche oggi definite intestino irritabile), negli sbalzi d'umore della menopausa. La passiflora viene anche consigliata in mono-somministrazione mezz'ora prima di un intervento chirurgico per ridurre l'ansia.

VALERIANA, radice

La valeriana, il cui nome deriva dal latino "valere" ovvero stare bene, viene tradizionalmente raccomandata in erboristeria come calmante e sonnifero. La fitoterapia moderna la consiglia per ipereccitabilità, nervosismo, stress da lavoro, cefalea tensiva e insonnia. L'effetto sedativo è dovuto alla presenza dei valepotriati e dell'olio essenziale. I preparati a base di valeriana possono essere assunti anche da bambini e anziani. Essa svolge un'azione generale sedativa, ipnoinducente e spasmolitica e migliora la qualità del sonno. Indicata nelle tisane rilassanti.

LAVANDA, fiori

I fiori di Lavanda possiedono proprietà sedativa, utili nelle cefalee, nell'emicrania, nella nerustenia e sono tradizionalmente impiegati nel trattamento sintomatico degli stati neurotonici degli adulti e dei bambini, in particolare nei disturbi minori del sonno. La letteratura riporta proprietà antidepressive dei fiori e della pianta. È indicata nel trattamento delle turbe dell'umore, dell'insonnia e dei dolori addominali funzionali (meteorismo, flatulenza, …), a vantaggio dell'azione rilassante nella preparazione in tisana.

MALVA, fiori e foglie

La pianta presenta azione antiinfiammatoria sulle mucose con le quali viene direttamente a contatto, e quindi sostanzialmente sull'apparato digerente, ed in particolare su cavo orale, esofago, stomaco e intestino. L'uso della Malva consente di attenuare il senso di bruciore che accompagna l'infiammazione. Pertanto, le indicazioni all'uso tradizionale della Malva sono rappresentate da stomatiti, esofagiti, gastriti, coliti, colon irritabile e stitichezza. La ricchezza in mucillagini, costituite da miscele di carboidrati che in acqua danno soluzioni colloidali con proprietà antiinfiammatorie locali, rigonfiandosi nell'intestino, facilitano la sua attività peristaltica e ammorbidiscono le feci.