Tisana Digestiva

I semi di Finocchio e di Anice sono utili per ridurre e prevenire gonfiori allo stomaco e il metabolismo digestivo rallentato. L'azione stimolante della tisana digestiva combatte la digestione lenta, la flatulenza e le eruttazioni. Previene il senso di sonnolenza tipico post prandiale.

Scopri le proprietà delle piante officinali che la compongono nella descrizione estesa. Vuoi personalizzare questa tisana secondo le tue esigenze? Naturalmente Erboristeria è lieta di aiutarti: utilizza il form per una consulenza gratuita attraverso la sezione Contatti. Ti risponderemo entro 24 ore.

Per ordinare la Tisana Digestiva, affidati al semplice percorso d'acquisto. Sei solo a pochi click dalla tua Tisana Digestiva!

Come si prepara l'infuso: portare a bollore la quantità d'acqua necessaria e versarla delicatamente sulle erbe; è sufficiente 1 cucchiaio da tavola raso di preparato per tazza. Lasciare in infusione per qualche minuto, secondo l'intensità desiderata, filtrare e bere.

Modo d'Uso: consigliamo di assumere la tisana nei momenti di difficoltà digestiva, per portare immediato sollievo. Sempre consigliata 1 tazza subito dopo pranzo e subito dopo cena per favorire la digestione e per un riposo notturno sereno.

Piante Officinali

  • ANICE, semi
  • FINOCCHIO, semi
  • GENZIANA, radice
  • CARCIOFO, foglie
  • CICORIA, radice
  • MALVA, foglie
  • MELISSA, fiori e foglie
  • ARANCIO, scorze

Le spese di spedizione sono gratuite in tutta Italia.

La confezione da 250gr è sufficiente per 25 tazze di tisana.

Ordina subito con PayPal e ricevi entro 48 ore!

Confezione

PER PERSONALIZZARE IL TRATTAMENTO, PER UN PREVENTIVO GRATUITO O PER RICHIEDERE MAGGIORI INFORMAZIONI COMPILA IL FORM DI CONSULENZA GRATUITA

CLICCA QUI PER APRIRLO IN UN'ALTRA PAGINA

Tisana Digestiva - Naturalmente Erboristeria - Combatte la digestione lenta e il meteorismo. Facilita la digestione ed evita gonfiori addominali.

Descrizione Estesa e indicazioni erboristiche delle Piante Officinali - Tisana Digestiva

ANICE, semi

I semi di Anice possono essere considerati validi regolatori dei processi digestivi ed efficaci carminativi. L'azione eccitante dell'Anice verde sulla peristalsi, nei casi di atonia intestinale, e la contemporanea azione antispastica, ne giustificano l'impiego terapeutico nella dispepsia, negli spasmi gastrointestinali e nel meteorismo. Le sue preparazioni, dal sapore gradevole, contribuiscono a migliorare i processi digestivi aumentando la secrezione salivare e gastrica.

FINOCCHIO, semi

I semi di Finocchio vengono da sempre impiegati, non solo nell'adulto ma anche in pediatria, nei disturbi dispeptici, nel meteorismo e negli spasmi dei tratto gastrointestinale. Grazie alle proprietà stimolanti-aromatiche manifesta un'influenza positiva a livello gastroenterico, migliorando il tono di tali apparati; incrementa, inoltre, la secrezione salivare, quella gastrica e la coleresi (produzione della bile da parte delle cellule epatiche).

GENZIANA, radice

A scopo erboristico si utilizzano le radici di Genziana perché contengono glucosidi amari oltre ad alcaloidi, mucillagini e olii essenziali. Gli Amari puri ai quali appartiene la Genziana agiscono soprattutto sensibilizzando il meccanismo riflesso della secrezione gastrica, a partire dai recettori gustativi specifici per il sapore amaro che si trovano ai lati della lingua. Questi stimoli attraverso i nervi vaghi determinano l'aumento della secrezione salivare e dei succhi gastrici, oltre che il miglioramento della motilità del tubo digerente. Gli amari sono quindi indicati nei casi in cui vi sia una riduzione della secrezione acida ed enzimatica dello stomaco. Migliorano anche la motilità dello stomaco e dell'intestino, risultando quindi indicati nelle digestioni lente, dovute ad atonia dei visceri. Procura sollievo in caso di atonie gastriche, digestioni lunghe e difficili.

CARCIOFO, foglie

Gli acidi caffeil-chinici ed i flavonoidi conferiscono al carciofo proprietà coleretiche, ipo-colesterolemizzanti, diuretiche e rigeneratrici della cellula epatica. Il carciofo inibisce poi il colesterolo ematico con un triplice meccanismo: inibizione della sintesi di colesterolo, eliminazione del colesterolo sotto forma di acidi biliari, inibizione dell'ossidazione del colesterolo in LDL. Grazie alle proprietà coleretiche ed ipo-colesterolemizzanti, il carciofo si utilizza in alcuni disturbi gastrointestinali, metabolici e cardiocircolatori sotto forma di infuso.

CICORIA, radice

La cicoria contiene numerose sostanze: inulina, sostanze quali la cicorina un glicoside amaro, mucillaggini, resine, oli essenziali e pectine. Altre sostanze presenti sono l'arsenico, la levulina, zuccheri; terpeni, acido acetico e stearico, sali minerali quali sodio, potassio, magnesio, calcio, ferro, rame, fosforo; cloruri, vitamine quali la B, C, P, K; amminoacidi, lipidi e protidi. Le radici sono usate nei casi insufficienza biliare ed iperglicemia. Ha inoltre una spiccata azione antidiabetica in quanto diminuisce il tasso di glicemia. E' accertato che bere un infuso di cicoria placa la sete dei diabetici e ne regolarizza la funzione urinaria.

MALVA, foglie

La pianta presenta azione antiinfiammatoria sulle mucose con le quali viene direttamente a contatto, e quindi sostanzialmente sull'apparato digerente, ed in particolare su cavo orale, esofago, stomaco e intestino. L'uso della Malva consente di attenuare il senso di bruciore che accompagna l'infiammazione. Pertanto, le indicazioni all'uso tradizionale della Malva sono rappresentate da stomatiti, esofagiti, gastriti, coliti, colon irritabile e stitichezza. La ricchezza in mucillagini, costituite da miscele di carboidrati che in acqua danno soluzioni colloidali con proprietà antiinfiammatorie locali, rigonfiandosi nell'intestino, facilitano la sua attività peristaltica e ammorbidiscono le feci.

MELISSA, fiori e foglie

Studi di tipo farmacologico ma anche studi chimici confermano due proprietà importanti della Melissa e dei suoi derivati: l'azione antispastica sulla muscolatura liscia del tubo digerente; l'attività modestamente sedativa sul Sistema Nervoso Centrale. È usata con efficacia nelle somatizzazioni viscerali dell'ansia, rivestendo il duplice ruolo di antispastico e sedativo al tempo stesso. Gli utilizzi della Melissa sono pertanto utili in caso di colon irritabile, gastrite, nausea e dispepsie biliari.